logo

EDITORIALE

Si ricomincia!
Siamo pronti per trascorrere un nuovo anno scolastico tutti insieme e, quando dico tutti insieme, … intendo proprio tutti!
Anche per l’anno scolastico 2017-2018 si sono aperte di nuovo le braccia della Scuola Primaria Don Lorenzo Milani per accogliere tutti i suoi figli, i piccoli si sa, e noi, i grandi!
Se gli spazi per i piccoli sono veramente ristretti, che dire di noi che a malapena “entriamo nei banchi”? A volte dobbiamo fare qualche piccola rinuncia, però al giornalino non vogliamo rinunciare!
Il nostro giornalino sta proprio a ribadire che la Scuola Media Giacomo Leopardi va avanti come sempre, più forte di prima. Vogliamo ripartire valorizzando questa iniziativa con una nuova veste grafica e modificando alcune categorie che ci sembravano non aver incontrato l’interesse dei nostri lettori.
Ad ogni categoria è associato un logo ed era necessario idearne 4 nuovi che sostituissero le icone precedenti.
Questo compito è stato affidato ai ragazzi delle classi prime i quali si sono impegnati al massimo. Sono state scelte le proposte dei seguenti alunni:
1^A Diomedi Elena per il logo n.6 (Categoria: Scendiamo in campo)
1^B Petrini Chantal per il logo n. 7 (Categoria: Mi piace ascoltare…)
1^C Giulia Cicchini per il logo n.2 (Categoria: Alunni in azione)
1^D Malintoppi Alice per il logo n.8 (Categoria: Si parte!)
Ci congratuliamo per la creatività che hanno dimostrato, regalando al giornalino una nota di colore e vivacità.
Ora abbiamo veramente tante rubriche, nelle quali possiamo inserire i nostri commenti, le opinioni, le passioni di noi ragazzi, ciò che abbiamo fatto a scuola e vogliamo condividere, e tanto altro… insomma, se vogliamo spazio per scrivere ce n’è, per tutti.
Vi presento subito i miei stimabili “colleghi”, i caporedattori, quelli che hanno il compito di raccogliere gli articoli che vorrete scrivere e di aiutarvi in questa entusiasmante esperienza: Del Prete Christelle, Postacchini Luca, Armini Ciro, Maddalena Desirè Giusi, Tirabassi Sabrina, Cicchini Giulia, Fabi Diego, Smerilli Mirco, Malintoppi Alice, De Santis Martina.
E … ora sì … siamo veramente pronti!
Buon inizio a tutti noi!
Cecilia Vesprini

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Visita al pastificio “De Carlonis” di Campofilone

DE Carlonis

Mercoledì 22 Marzo 2017 noi alunni delle classi 2A – 2C, insieme ai prof. Renzi,Giacopetti e Marziali, ci siamo recati al Pastificio “De Carlonis” di Campofilone.

Arrivati, il signor Paolo De Carlonis ed un’operaia ci hanno accolti calorosamente e ci hanno brevemente raccontato la storia di questa azienda, ormai riconosciuta in tutto il mondo per la sua produzione di Maccheroncini.

Il Pastificio nasce nel 1968, come una piccola bottega mantenuta dalla famiglia De Carlonis.

Nel 2006 questa ditta ottiene il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta) per lo spessore di 8/10 di mm dei suoi Maccheroncini.

Poi, muniti di copriscarpe, grembiule, mascherina e cappello, ci siamo avviati verso il laboratorio del pastificio dove abbiamo potuto osservare le fasi di produzione dei tortellini.

La lavorazione inizia con la rottura delle uova da parte di due addette specifiche; procede con la sfoglia, ottenuta dall’aggiunta della farina in un macchinario che impasta il tutto.Nel mentre, il ripieno dei tortellini, che è composto da carne di: vitello,maiale e pollo aggiunio a cipolle e carote, viene depositato in forni per la cottura e poi lasciato raffreddare per 30 minuti nell’abbattitore di temperatura.

La sfoglia viene trafilata in bronzo e, attraverso una macchina, assume la forma del tortellino con all’interno il ripieno.

Successivamente, i tortellini vengono sottoposti al proesso di sterilizzazione e raggiungono i 136°C per eliminare la carica batterica, mentre per essere raffreddati, passano all’interno di un altro abbattitore di temperatura.

Lo step finale è il confezionamento, in atmosfera modificata, che grazie a un sistema di 12 bilance riesce ad ottenere la quantità di tortellini che più corrisponde ai 250g stabiliti.

Infine, Paolo ci ha mostrato il magazzino di questo stabilimento spiegandoci che le produzioni di olive all’ascolana,pasta fresca, pasta secca e Maccheroncini IGP, vengono distribuiti in tutto il mondo.

La nostra esperienza si è conclusa con una ”scorpacciata” di olive,cremini e patatine fritte,con la possibilità di acquistare direttamente i prodotti De Carlonis.

Quest’uscita didattica è stata l’occasione per scoprire il viaggio del cibo che ci arriva in tavola e per ammirare le varietà culinarie della nostra regione.

 

Salvatori Pietro 2A

                                                                           Maddage Sephani 2C

Lascia un commento

  

  

  

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>