logo

EDITORIALE

Eccoci qua, ormai nell’anno scolastico 2018-2019, pronti a ricominciare a scrivere articoli per il nostro giornalino on line, anche se con un po’ di ritardo e la primavera è già arrivata.
Noi siamo sempre qua, ancora ospiti nei locali della scuola primaria e in attesa che venga costruita la nuova sede della scuola media. In realtà, poco tempo fa è stato inaugurato un modulo che ci è stato donato dopo il terremoto, dove abbiamo a disposizione un laboratorio informatico ed uno scientifico, che per fortuna ci consentono di avere qualche spazio in più a disposizione per le nostre attività didattiche.
In redazione ci siamo noi dell’attività alternativa all’IRC (classi 1^C e 1^D), ma chiunque tra i banchi della nostra scuola può contattarci e chiederci di collaborare scrivendo un suo articolo, che saremo ben lieti di pubblicare.
Noi siamo pieni di molte idee da tradurre in notizie che intendiamo proporvi. Speriamo che queste vi piacciano, perché ci abbiamo lavorato con tanta passione e impegno, e che interveniate numerosi con i vostri commenti.
Tasnim Khoulkhal e Giulio Cai

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Una fantastica giornata

20150414_101958   La giornata scolastica del 14 aprile 2015 è stata un po’ diversa dal solito perché abbiamo lasciato i nostri odiosi banchi e sedie, su cui rimaniamo incollati per cinque ore al giorno.

  Ci siamo avviati, con tutte le classi prime del nostro istituto, alla volta di Ancona per un’uscita didattica. Abbiamo ammirato il Museo Archeologico Nazionale delle Marche, quello delle fisarmoniche a Castelfidardo e la fabbrica Pigini.

Durante la visita al museo archeologico abbiamo ripercorso un po’ la nostra storia  attraverso diversi reperti dell’arte greca, picena, celtica, etrusca e romana. Particolare attenzione è stata riservata ai vasi, oggetti importanti per i greci, dove venivano rappresentate scene mitologiche; erano utilizzati per mescolare acqua e vino a cui si aggiungevano spezie e miele per rendere la bevanda più dolce.

Parlando di arte romana, la nostra curiosità si è fermata su un busto dell’imperatore Traiano e sulla ricostruzione dell’Arco sempre di Traiano che si trova poco distante dal Museo.

È stato divertente  toccare con mano tutte le informazioni che spesso leggiamo sui libri!

untitled

In seguito ci siamo recati alla cattedrale di San Ciriaco. 20150414_120316

A noi è rimasta impressa la facciata principale, caratterizzata da splendide colonne, sorrette da due leoni che sembrano vigilare, di giorno e di notte, sul porto di Ancona.

Dopo aver pranzato al sacco nei giardinetti di fronte all’edificio, ci siamo recati a Castelfidardo, dove siamo stati divisi in due gruppi per visitare la fabbrica Pigini e il Museo della fisarmonica.

La fisarmonica nasce da uno strumento ad aria che si chiama accordéon. È formata da una bottoniera destra, una bottoniera sinistra ed un mantice. Questo è in cartone pressato rivestito da tessuto e rafforzato con cuoio ai lati, mentre le casse sono realizzate in legno e compensato; viene usato soprattutto il mogano perché è un legno leggero e sonoro. Grazie all’aria le ance, sottili linguette in acciaio fissate ad un’estremità e forate in modo da vibrare, si muovono producendo il suono.

Nel museo abbiamo visto altri strumenti come il piano corno, il piano viola, il piano violoncello, il piano organo e l’antenato del giradischi: la scatola musicale.

Il museo custodisce anche l’organetto più piccolo del mondo… funzionante! 20150414_151925

La guida ci ha detto che in terra marchigiana è stata costruita la fisarmonica più grande del mondo; conservata in casa di privati, si suona in due: uno suona la bottoniera sinistra, l’altro quella destra mentre l’apertura e la chiusura del mantice sono automatici.

In questi ambienti i nostri occhi hanno potuto ammirare gli strumenti che caratterizzano la tradizione musicale di tanti Paesi e che fanno di Castelfidardo uno dei principali centri produttivi marchigiani.

Siamo rimasti stupiti dal mercato internazionale della Pigini che si estende anche in Svezia, in Canada e in Argentina.

Lì abbiamo prestato particolare attenzione alla complessa struttura della fisarmonica, che all’apparenza sembra costituita da pochi elementi e non da ben tredicimila pezzi!

Le nostre orecchie hanno apprezzato anche i vari tipi di genere musicale prodotti da  questo strumento.

20150414_170309

E’ stata una giornata positiva perché i nostri occhi sono stati deliziati da tante meraviglie custodite nelle Marche.

Di solito sono sempre gli insegnanti a dare i voti … questa volta però tocca a noi! È stata un’esperienza positiva a cui, dopo aver effettuato un sondaggio in  classe e facendo la media, ci sentiamo di attribuire un bel 7½!!

Gli alunni della classe I B:

Nicola Zamponi                               Iris Avegnano

Eleonora Michetti                           Andrea Malintoppi

Martina Belletti                               Rebecca Marziali

Emanuele Ferroni                          Michela Ruggeri

Paola Mira

 

 

 

 

1 commento per Una fantastica giornata

Lascia un commento

  

  

  

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>