logo

EDITORIALE

Eccoci qua, ormai nell’anno scolastico 2018-2019, pronti a ricominciare a scrivere articoli per il nostro giornalino on line, anche se con un po’ di ritardo e la primavera è già arrivata.
Noi siamo sempre qua, ancora ospiti nei locali della scuola primaria e in attesa che venga costruita la nuova sede della scuola media. In realtà, poco tempo fa è stato inaugurato un modulo che ci è stato donato dopo il terremoto, dove abbiamo a disposizione un laboratorio informatico ed uno scientifico, che per fortuna ci consentono di avere qualche spazio in più a disposizione per le nostre attività didattiche.
In redazione ci siamo noi dell’attività alternativa all’IRC (classi 1^C e 1^D), ma chiunque tra i banchi della nostra scuola può contattarci e chiederci di collaborare scrivendo un suo articolo, che saremo ben lieti di pubblicare.
Noi siamo pieni di molte idee da tradurre in notizie che intendiamo proporvi. Speriamo che queste vi piacciano, perché ci abbiamo lavorato con tanta passione e impegno, e che interveniate numerosi con i vostri commenti.
Tasnim Khoulkhal e Giulio Cai

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Piccoli cittadini crescono

imagesMQ1D6VOFNoi della classe 1^A, insieme al nostro professore di cittadinanza, abbiamo lavorato sui temi riguardanti gli immigrati, la solidarietà, i disabili, l’adozione e gli anziani. Il lavoro consisteva nel realizzare uno slogan, un cartellone e delle ricerche per poi esporle oralmente. Per fare ciò il nostro professore ci ha divisi in gruppi.

 Il gruppo formato da Giorgia, Alessandro, Robert e Giulia ha realizzato un cartellone sugli immigrati e il loro slogan era: “Non si completa un puzzle con pezzi uguali” e successivamente hanno motivato la loro scelta spiegando che al giorno d’oggi le persone vogliono un paese con degli abitanti tutti uguali, ma, come in un puzzle, servono pezzi diversi per completarlo. Inoltre, gli immigrati rappresentano anche un arricchimento culturale e morale.

 Il gruppo formato da Benedetta, Eleonora, Federico e Riccardo ha trattato il tema della solidarietà e il loro slogan era: “Se vuoi arrivare primo corri da solo, se vuoi arrivare lontano cammina insieme” e hanno detto che i ragazzi di oggi, nelle gare, pensano solo a vincere mentre dovrebbero aiutare gli altri.

 Il gruppo composto da Nicolò, Lara, Francesco, Edoardo e Beatrice ha lavorato sui disabili e il loro slogan era “Le emozioni non hanno né braccia né gambe ma solo… un gran cuore” e successivamente hanno motivato la loro scelta spiegando che non servono né gambe né braccia, ma l’importante è quello che uno ha dentro. Nel loro cartellone è presente una poesia scritta da Lara:

 Te ne stai solo laggiù,

per te non ci sono confini

ma solo sorrisi.

La tua tenerezza

è una certezza che

non sempre comprendiamo.

Sei seduto

ma cammini con fierezza.

Il tuo coraggio nel non rassegnarti

spinge anche noi nell’andare avanti.

L’unica barriera alla tua speranza

è la nostra indifferenza.

Il gruppo costituito da Matilde, Stefano, Kevin e Wu Jing Wen ha realizzato un cartellone sull’adozione  e, come slogan, hanno scelto “ADOZIONE: parola che inizia per A e finisce per salvarti la vita”

Hanno scelto questo slogan perché l’adozione molte volte finisce per salvare la vita ai bambini, visto che li porta via da una vita di stenti e di sofferenza.

 L’ultimo gruppo che ha relazionato è quello formato da: Francesco Pio, Aya, Sisi e Luca il quale ha scelto come slogan “Gli anziani hanno bisogno di cure e noi siamo le loro armature.” Inoltre, ci hanno spiegato che il termine anziano si riferisce alle persone in età prossima al termine della vita media degli esseri umani.

 Questo lavoro ci è piaciuto molto perché ci ha fatto riflettere su temi importanti e ci ha fatto crescere interiormente.

Matilde Colombi e Giorgia Preni

1 commento per Piccoli cittadini crescono

Lascia un commento

  

  

  

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>