EDITORIALE

Rieccoci, un nuovo mese e tante nuove notizie da condividere insieme.
Questo primo periodo è trascorso davvero velocemente ed è stato anche molto impegnativo, tuttavia siamo soddisfatti sia di questi mesi iniziali di scuola, trascorsi in presenza, sia di questa nuova avventura, il nostro giornalino, ovvero News Media Paper!
Lo scorso mese ci siamo soffermati su svariati argomenti, dal Rinascimento, a Boccaccio fino a fatti di attualità riguardanti il mondo dei giovani e più in particolare il mondo della musica e delle serie tv. Questo mese ugualmente vi coinvolgeremo con novità riguardanti la storia passata, il mondo presente e magari anche qualche curiosità sulle innovazioni che ci riserva il futuro.
Il nostro obiettivo principale è come sempre quello di coinvolgere il lettore e farlo appassionare agli argomenti che trattiamo con grande cura ogni settimana.
Annalisa Andrenacci 2^ C

Count per Day

  • 142372Totale letture:
  • 83Letture odierne:
  • 13Letture di ieri:
  • 632Letture scorsa settimana:
  • 982Letture scorso mese:
  • 61628Totale visitatori:
  • 29Oggi:
  • 224La scorsa settimana:

Måneskin: orgoglio italiano

di Anna Malaigia

Chi sono i Måneskin? Quanti anni hanno? Sono fidanzati? Chi non lo sa? Posso raccontarvi di tutto su di loro: da come si chiamano a quante canzoni hanno composto.


Una piccola introduzione per quelli che ne hanno solamente sentito parlare senza conoscere i dettagli: i Måneskin, il cui nome in danese significa “Chiaro di luna”, sono un gruppo rock italiano di Roma. La band è composta da: Damiano David (cantante), Victoria De Angelis (bassista ed ispiratrice del nome essendo di origine danese), Thomas Raggi (chitarrista) ed infine Ethan Torchio (batterista).

Tutto ha avuto inizio nel 2015, quando Victoria ha chiamato Damiano dicendogli di avere un’idea in mente: lavorare insieme per far nascere un gruppo musicale. Il cantante, ovviamente, non ha potuto far altro che accettare con entusiasmo. Al progetto si è aggiunto anche Thomas, amico della bassista. A quel punto mancava solamente un componente, il batterista, perciò i tre musicisti hanno pubblicato un annuncio su Facebook, grazie al quale hanno conosciuto Ethan.

Quando ormai la band era al completo, nel 2017 i quattro hanno deciso di iscriversi a X-Factor, un talent show, dove hanno mostrato  al pubblico e ai giudici la loro bravura. Il loro mentore, Manuel Agnelli, li ha aiutati a pubblicare la loro prima canzone “Chosen”. Purtroppo però sono arrivati secondi, ma non si sono scoraggiati e hanno continuato a comporre canzoni, facendo uscire i loro primi album. Inoltre hanno iniziato ad organizzare i primi tour facendosi conoscere in tutta Italia, soprattutto fra i giovani.

Ma ora parliamo di ciò che è successo non molto tempo fa. All’ultimo festival di Sanremo, la gara canora più famosa d’Italia, i Måneskin vi hanno partecipato con il loro brano “Zitti e buoni” vincendo! Grazie a questo trionfo  hanno avuto l’occasione di partecipare all’Eurovision 2021, gara musicale tra cantanti e band di tutta l’Europa, dove sono riusciti a conquistare il primo posto. Il gruppo preso dall’entusiasmo per la vittoria ha ribadito con la coppa in mano: “Rock n’ roll never die”.

I Måneskin, conosciuti a livello internazionale, hanno inoltre aperto il concerto dei Rolling Stones, band di fama mondiale, cantando e suonando i  brani che li hanno resi famosi: da “Zitti e Buoni” a “I Wanna Be Your Slave”, passando per “Beggin’”. È stata un’emozione unica per tutti i loro fan vederli esibire tra le luci di Las Vegas. Credo che questi quattro ragazzi possano rappresentare lo spirito di resistenza italiano, in quanto nonostante le molteplici difficoltà causate dal coronavirus, hanno continuato a lavorare e lottare per raggiungere il loro sogno, riuscendoci. 

Quello che penso io di loro? Grazie a mio padre li ho ascoltati per la prima volta nel 2017 a X-Factor: ho ballato le loro cover tutto il pomeriggio, come scordarmi, non riuscivo a stare un minuto ferma. Quando hanno vinto Sanremo sono balzata in piedi dalla felicità come per la loro vittoria all’ Eurovision: sono e resteranno un mito per me e per molti fan.

Anna Malaigia 3^A


Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>