logo

EDITORIALE

Eccoci qua, ormai nell’anno scolastico 2018-2019, pronti a ricominciare a scrivere articoli per il nostro giornalino on line, anche se con un po’ di ritardo e la primavera è già arrivata.
Noi siamo sempre qua, ancora ospiti nei locali della scuola primaria e in attesa che venga costruita la nuova sede della scuola media. In realtà, poco tempo fa è stato inaugurato un modulo che ci è stato donato dopo il terremoto, dove abbiamo a disposizione un laboratorio informatico ed uno scientifico, che per fortuna ci consentono di avere qualche spazio in più a disposizione per le nostre attività didattiche.
In redazione ci siamo noi dell’attività alternativa all’IRC (classi 1^C e 1^D), ma chiunque tra i banchi della nostra scuola può contattarci e chiederci di collaborare scrivendo un suo articolo, che saremo ben lieti di pubblicare.
Noi siamo pieni di molte idee da tradurre in notizie che intendiamo proporvi. Speriamo che queste vi piacciano, perché ci abbiamo lavorato con tanta passione e impegno, e che interveniate numerosi con i vostri commenti.
Tasnim Khoulkhal e Giulio Cai

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Le terze in gita

gita 2015 FicusNoi alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, il giorno 20 Aprile 2015, accompagnati dai nostri professori, siamo partiti dopo una lunga attesa durata quattro mesi, verso la destinazione desiderata: la Sicilia.

Il viaggio è stato lungo e stancante, ma anche divertente perché abbiamo trascorso il tempo cantando canzoni, cori da stadio e facendoci “selfie” con i nostri rispettivi telefoni cellulari.

Dopo sei ore di pullman, siamo arrivati nella fantastica città di Napoli, nella quale, abbiamo notato la differenza tra i vari quartieri; alcuni erano ricchi e ben mantenuti, altri invece trascurati e/o abbandonati.

 Dopo essere arrivati al porto ci siamo imbarcati sul traghetto “Vincenzo Florio”, nel quale abbiamo passato la notte. La mattina seguente ci siamo svegliati alle 5,30: eravamo ancora molto stanchi! Poi, arrivati a Palermo, abbiamo incontrato la guida con la quale abbiamo visitato il “Palazzo dei Normanni”, la “Fontana della Vergogna” e il giardino botanico. Subito dopo, ci siamo affrettati ad entrare in una paninoteca, dove abbiamo gustato dei deliziosi e appetitosi  panini tipici della Sicilia.

Nel pomeriggio ci siamo diretti verso la costa. Durante la prima sosta ci siamo soffermati ad ammirare il bellissimo panorama che ci ha offerto la città di Cefalù; è stato interessante e spettacolare, soprattuttoper il magnifico paesaggio marino. Successivamente ci siamo recati in hotel dove ci hanno assegnato le camere. Noi alunni abbiamo trascorso una notte insonne, perché ognuno è andato dentro la camera del proprio amico preferito a giocare a carte o con altri giochi e  apparecchi elettronici preferiti.

Il giorno seguente, abbiamo visitato il  bellissimo museo di Botero: qui vi erano molti dipinti raffiguranti Cristo in croce; inoltre, abbiamo avuto l’onore di visitare il palazzo comunale della città di Palermo, nel quale abbiamo potuto ammirare la sala dove il Sindaco e i rappresentanti di ogni comune prendono delle decisioni molto importanti per questa città.

Da Palermo ci siamo spostati ad  Agrigento per visitare la “Valle dei Templi”, nella quale erano presenti il tempio di Giunone e il Partenone; in particolare erano presenti i resti di antiche colonne greche molto affascinanti perché testimonianza di un lontano passato e per il loro pregio. Per trascorrere la notte ci siamo recati all’hotel “Le Tre Torri”, nel quale abbiamo anche cenato: i pasti erano molto buoni, però molti ragazzi  hanno mangiato poco, perché volevano vedere la partita di calcio.

 L’ultimo giorno è stato il più bello perché siamo andati al “Casale Romano”, dove abbiamo osservato i numerosi e meravigliosi affreschi che vi erano sul pavimento; per ogni stanza vi era un affresco diverso, in particolare nell’atrio era raffigurata tutta la famiglia e il padrone di tutta la casa; nelle immagini  erano riprodotte  entusiasmanti scene di vita quotidiana, come la pesca o la caccia.

gita 2015 Monreale fonte

Poco prima di prendere il traghetto del ritorno, siamo andati a visitare la città di Monreale e alle 20.15 ci siamo imbarcati per Napoli.

Il giorno successivo, dopo aver consumato la prima colazione, abbiamo visitato Napoli una città pericolosa, ma allo stesso tempo bella per i suoi monumenti, come la cattedrale. Infine, siamo ripartiti per ritornare a Monte Urano e la sera stessa siamo arrivati nel tardo pomeriggio.

                           Lorenzo Carlo Ferroni (3^A)

Lascia un commento

  

  

  

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>