logo

EDITORIALE

Eccoci qua, ormai nell’anno scolastico 2018-2019, pronti a ricominciare a scrivere articoli per il nostro giornalino on line, anche se con un po’ di ritardo e la primavera è già arrivata.
Noi siamo sempre qua, ancora ospiti nei locali della scuola primaria e in attesa che venga costruita la nuova sede della scuola media. In realtà, poco tempo fa è stato inaugurato un modulo che ci è stato donato dopo il terremoto, dove abbiamo a disposizione un laboratorio informatico ed uno scientifico, che per fortuna ci consentono di avere qualche spazio in più a disposizione per le nostre attività didattiche.
In redazione ci siamo noi dell’attività alternativa all’IRC (classi 1^C e 1^D), ma chiunque tra i banchi della nostra scuola può contattarci e chiederci di collaborare scrivendo un suo articolo, che saremo ben lieti di pubblicare.
Noi siamo pieni di molte idee da tradurre in notizie che intendiamo proporvi. Speriamo che queste vi piacciano, perché ci abbiamo lavorato con tanta passione e impegno, e che interveniate numerosi con i vostri commenti.
Tasnim Khoulkhal e Giulio Cai

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Amicizia

L’amicizia è meravigliosa

è una corrente di emozioni contagiosa

L’amicizia sconfigge ogni paura

dentro il suo vortice ti cattura

Amicizia significa confidenza

e nel tuo cuore vivi ogni giorno un’esperienza

Alessia Murataj (2^ B)

[…]

E’ Natale

E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. E’ Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro. E’ Natale ogni volta che non accetti quei principi che relegano gli oppressi ai margini della società.

[…]

Charles Baudelaire, Il nemico

La mia giovinezza non fu che un tenebroso uragano,

traversata qua e là da soli splendenti;

la pioggia e il tuono hanno fatto un tale scempio

che pochi frutti vermigli restano nel mio giardino.

[…]

Il volo della colomba

Sereno è il ciel e gli uomini felici; una candida colomba vola su alberi e comignoli, tra deserti e paludi illumina agli uomini la strada. La gente la osserva e la ignora. Alla luce fulminea si spaurisce, su un ulivo si posa, contro il temporal a batter le ali ricomincia con infiniti occhi al seguito. […]

La vispa Teresa

La vispa Teresa va sempre di fretta, esce di casa in bicicletta e va a scuola, dove la brava non faper cui il professore tante note le dà.Tornando a casa, la mamma controlla il diario: Teresa hai combinato proprio un bel guaio!”e dritta in camera se ne va,e si mette a studiare con […]

Armindo e la sua “nuovissima” macchina

Armindo, mio vicinato, ha 97 anni, è sordo e ha una macchina che si tiene con lo scotch.Quando parte con la macchina,accelera e fa un gran baccano:ma quando è in salita,non riesce, perché la macchina è vecchia. Se gli parli non ti risponde,perché non ti sente.Armindo però è sempre Armindo, non esiste nessuno […]

Mio fratello

Quando è insieme a me fa il cattivo.Io faccio finta di chiamare la tigre,così ha paura e come un agnelloscappa viapiangendo.

Federica Mandozzi – 1 D

[…]

Mia cugina

Un giorno con la palla venne da me e mi disse:“Vieni a giocare a pallavolo?”Le risposi di sì e notaiche i suoi capelli sembravano scintillare,i suoi occhi color alberoparevano che rispecchiassero il prato verde,che lei calpestava con leggerezza.

Mariaelisa Iacopini – 1 D

[…]

Teresa la grande obesa

La vispa Teresa o mio Dio quanto pesa! Sempre va a fare la spesa, e di mangiar la cioccolata non ancora si è stancata! La dispensa è straripata, e tutta piena di cioccolata scende giù per la collina,rotolando come una pallina.

Ossama Bazgra – 1 D

[…]

La mamma

La mia mamma torna dal lavoro stanca. Io per tirarla su di morale, le racconto di quando ero piccolo e lei ridendo mi risponde con voce dolce: “Raccontami figliolo, raccontami…” I suoi occhi mi ricordano le foglie d’autunno, i suoi capelli ondeggiano come un suono di campane e il suo camice bianco da […]

Io sono verticale

Io sono verticale ma preferirei essere orizzontale. Non sono un albero con radici nel suolo succhiante minerali e amore materno così da poter brillare di foglie a ogni marzo, né sono la beltà di un’aiuola ultradipinta che susciti gridi di meraviglia, senza sapere che presto dovrò perdere i miei petali. Confronto a me, un […]

Riflessioni su “La mia sera” di G. Pascoli

“La mia sera” è una poesia di Giovanni Pascoli, composta da cinque strofe, formate ognuna da otto versi. La lirica presenta uno schema metrico ABABCDCD, cioè a rima alternata. Il testo parla di un temporale avvenuto durante il giorno e, di sera, quando il cielo si schiarisce, tutti gli animali escono dal rifugio […]