logo

EDITORIALE

Si ricomincia!
Siamo pronti per trascorrere un nuovo anno scolastico tutti insieme e, quando dico tutti insieme, … intendo proprio tutti!
Anche per l’anno scolastico 2017-2018 si sono aperte di nuovo le braccia della Scuola Primaria Don Lorenzo Milani per accogliere tutti i suoi figli, i piccoli si sa, e noi, i grandi!
Se gli spazi per i piccoli sono veramente ristretti, che dire di noi che a malapena “entriamo nei banchi”? A volte dobbiamo fare qualche piccola rinuncia, però al giornalino non vogliamo rinunciare!
Il nostro giornalino sta proprio a ribadire che la Scuola Media Giacomo Leopardi va avanti come sempre, più forte di prima. Vogliamo ripartire valorizzando questa iniziativa con una nuova veste grafica e modificando alcune categorie che ci sembravano non aver incontrato l’interesse dei nostri lettori.
Ad ogni categoria è associato un logo ed era necessario idearne 4 nuovi che sostituissero le icone precedenti.
Questo compito è stato affidato ai ragazzi delle classi prime i quali si sono impegnati al massimo. Sono state scelte le proposte dei seguenti alunni:
1^A Diomedi Elena per il logo n.6 (Categoria: Scendiamo in campo)
1^B Petrini Chantal per il logo n. 7 (Categoria: Mi piace ascoltare…)
1^C Giulia Cicchini per il logo n.2 (Categoria: Alunni in azione)
1^D Malintoppi Alice per il logo n.8 (Categoria: Si parte!)
Ci congratuliamo per la creatività che hanno dimostrato, regalando al giornalino una nota di colore e vivacità.
Ora abbiamo veramente tante rubriche, nelle quali possiamo inserire i nostri commenti, le opinioni, le passioni di noi ragazzi, ciò che abbiamo fatto a scuola e vogliamo condividere, e tanto altro… insomma, se vogliamo spazio per scrivere ce n’è, per tutti.
Vi presento subito i miei stimabili “colleghi”, i caporedattori, quelli che hanno il compito di raccogliere gli articoli che vorrete scrivere e di aiutarvi in questa entusiasmante esperienza: Del Prete Christelle, Postacchini Luca, Armini Ciro, Maddalena Desirè Giusi, Tirabassi Sabrina, Cicchini Giulia, Fabi Diego, Smerilli Mirco, Malintoppi Alice, De Santis Martina.
E … ora sì … siamo veramente pronti!
Buon inizio a tutti noi!
Cecilia Vesprini

Attualmente

attualmente

Alunni in azione

alunni in azione

Vi racconto

vi_racconto

Le prime rime

le_prime_rime

Piccoli grandi lettori

piccoli_grandi_lettori

Scendiamo in campo

Mi piace ascoltare

mi piace ascoltare

Si parte!

si parte

Ridiamoci su

ridiamoci_su

Uscita didattica all’Azienda Centanni

Uscita Centanni ok

Nel bel mezzo delle colline di Montefiore dell’Aso si trova un’azienda con più di cento anni di gestione familiare.

Si tratta dell’azienda Centanni, specializzata nella produzione di vini della nostra fantastica regione: le Marche.

Noi ragazzi della 2°A, il 28 Febbraio 2018, ci siamo recati a Montefiore per continuare un progetto cominciato in prima media :“Vado a vivere in campagna”. Ad accompagnarci la prof.ssa Giacopetti,  la coordinatrice di questo progetto, l’immancabile e mitico prof. Marziali e la prof.ssa Sacchi.

Prosegui la lettura di Uscita didattica all’Azienda Centanni

“Vado a vivere in campagna”

Progetto realizzato dai ragazzi della 2^A coordinati dalle prof.sse Maria Facenna e Anna Maria Giacopetti

vado-a-vivere-in-campagna-1parte

 Una recente indagine della Coldiretti sull’occupazione giovanile nel settore agricolo ha rilevato che il 2017 è stato un anno record per la nascita di imprese agricole “under 35”. Le aziende giovani posseggono il 54% di terra in più della media degli altri agricoltori, hanno un fatturato più elevato del 75% rispetto alle altre e il 50% di occupati in più. «L’Italia – sottolinea la Coldiretti – è leader in Europa nel numero di giovani in agricoltura, per il crescente interesse delle nuove generazioni per il lavoro in campagna, dove hanno portato profonde innovazioni con multi-attività che vanno dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta, dalle fattorie didattiche agli agri-asilo e altro ancora».

Prosegui la lettura di “Vado a vivere in campagna”

Amicizia

amicizia 

L’amicizia è meravigliosa

è una corrente di emozioni contagiosa

L’amicizia sconfigge ogni paura

dentro il suo vortice ti cattura

Amicizia significa confidenza

e nel tuo cuore vivi ogni giorno un’esperienza

Alessia Murataj (2^ B)

 

Un grido nella notte

ManorImprovvisamente si ode il rombo di un motore: un’auto imbocca una viuzza ghiaiosa, fino a raggiungere l’antico portone di un castello diroccato.

Ecco aprirsi lo sportello. Due scuri scarponi toccano terra provocando un leggero scalpiccio tra i ciottoli rocciosi. Sulla parete frontale del maniero appare il riflesso di un’ombra che, d’un tratto, scompare dietro lo scuro veicolo. È una figura esile, dall’altezza non ben definita, ormai prossima al grande portone. Sta per afferrare il battente …un ritocco, due rintocchi e la porta si apre, accompagnata da uno stridío agghiacciante, ma sull’uscio non si scorge nessuno.

Prosegui la lettura di Un grido nella notte

La bambina misteriosa

bambinaIn un quartiere periferico di Parigi, durante una tranquilla sera d’ estate, dei ragazzini stavano giocando a nascondino in un parco appartato.

Il più grande, Laurent, contava velocemente fino a cinquanta, appoggiato ad un secolare albero di quercia, mentre i suoi amici scappavano per garantirsi un nascondiglio sicuro.

Uno dei ragazzi, Charle, pensava:”Dove potrò mai nascondermi? I posti migliori sono già stati occupati !”.

Prosegui la lettura di La bambina misteriosa

Gita a Mantova

Mantova

 

Noi ragazzi delle classi seconde A e C della Scuola Secondaria di primo grado, il 4 e 5 Aprile, siamo stati i protagonisti di una fantastica gita a Mantova.

Prosegui la lettura di Gita a Mantova

Visita al pastificio “De Carlonis” di Campofilone

DE Carlonis

Mercoledì 22 Marzo 2017 noi alunni delle classi 2A – 2C, insieme ai prof. Renzi,Giacopetti e Marziali, ci siamo recati al Pastificio “De Carlonis” di Campofilone.

Arrivati, il signor Paolo De Carlonis ed un’operaia ci hanno accolti calorosamente e ci hanno brevemente raccontato la storia di questa azienda, ormai riconosciuta in tutto il mondo per la sua produzione di Maccheroncini.

Prosegui la lettura di Visita al pastificio “De Carlonis” di Campofilone

Gita a Orvieto e Bomarzo

 20170420_164832

Il venti aprile tutte e tre le classi prime della scuola secondaria di primo grado di Monte Urano sono partite per visitare la città di Orvieto, in Umbria e il giardino di Bomarzo denominato “Parco dei Mostri” situato nel Lazio.

Ci siamo ritrovati tutti nello spiazzale dei parcheggi di Monte Urano alle ore 5:45 per poi partire alle ore 6:10 con un autobus a due piani. Durante il viaggio, che è durato più di due ore, non ci siamo per niente annoiati poiché abbiamo giocato, scherzato e dormito.

Prosegui la lettura di Gita a Orvieto e Bomarzo

Gessica, un esempio da seguire

Notaro

La sera del 10 gennaio la giovane Gessica Notaro, già finalista di Miss Italia, era stata aggredita con l’acido dal suo ex fidanzato, Edson Tavares, che l’aspettava fuori dalla sua abitazioni a Rimini. Un gesto indelebile che l’aveva colpita non solo nell’aspetto fisico ma anche e soprattutto interiormente.

Uscita dall’ospedale dopo due mesi, nel corso dei quali ha subito diversi interventi per la sostituzione di alcune parti di pelle sul volto e all’occhio rimasto gravemente danneggiato, ha voluto esserci al processo contro il suo aggressore.

Prosegui la lettura di Gessica, un esempio da seguire

Il risveglio dell’Etna

Etna

Il 16 marzo, nella zona di uno dei crateri dell’Etna, dieci persone sono rimaste ferite nel corso di un’esplosione, colpiti da materiale lavico. Fortunatamente nessuno è stato ferito gravemente, ma per il gruppo composto da italiani e stranieri sono stati attimi di terrore.

Prosegui la lettura di Il risveglio dell’Etna

Terrore al liceo

arma“Faccio una strage!”: questa è la frase con cui un 16enne ha iniziato a diffondere terrore nella città di Grasse, in Provenza. Killian, figlio di un consigliere comunale, reputato uno studente con problemi psicologici, incapace di integrarsi e ossessionato dalle immagini violente che vedeva su Internet, si è lasciato completamente trascinare in un raptus di follia.

Prosegui la lettura di Terrore al liceo

L’orco tra i banchi

ogre-1524018_960_720

Un torbido scenario si consumava in un scuola media di Ancona dove un collaboratore scolastico, 50enne del posto, è stato accusato di aver compiuto atti sessuali su ragazze minorenni. L’uomo si offriva di accompagnare le adolescenti in uno stanzino dell’istituto dove le corteggiava mettendo le proprie mani sul corpo delle vittime.

Prosegui la lettura di L’orco tra i banchi

Dopo che la terra ha tremato..

Terremoto-Arquata-del-Tronto-0-1-680x452

Ci sono moltissime opere pubbliche nelle Marche danneggiate dal sisma e i danni sembrano ammontare a circa 1,7 miliardi di euro, la somma richiesta per la ricostruzione dal Presidente della nostra regione, Luca Ceriscioli.

Prosegui la lettura di Dopo che la terra ha tremato..

Violenza e cyberbullismo: “la baby gang delle stazioni ferroviarie”

pestaggio-violenza-550x264

A Vigevano i carabinieri hanno arrestato 4 ragazzi tra i 15 e i 16 anni e denunciato altri 6: facevano parte di una banda accusata non solo di diversi episodi di vandalismo contro convogli ferroviari, ma anche di aver violentato e picchiato alcuni coetanei, scelti tra i soggetti più deboli e incapaci di difendersi. Si trattava di loro compagni di classe o vicini di casa.

Prosegui la lettura di Violenza e cyberbullismo: “la baby gang delle stazioni ferroviarie”